#HoLettoCose – Sette brevi lezioni di fisica (Carlo Rovelli, Adelphi, 2015)


#HoLettoCose – Sette brevi lezioni di fisica (Carlo Rovelli, Adelphi, 2015)

Milano è la patria dell’aperitivo. Ormai si sa.

Per cui trovandomi sotto la Madonnina mi aspettavo un tavolo imbandito di leccornie. E invece la mia amica Anna mi ha invitato ad un aperitivo-bufala. Non nel senso che era a base di mozzarella, piuttosto è stato un furto e ci ha lasciati affamati. Ma la compagnia era ottima e per ¾ del tempo abbiamo, ovviamente parlato di libri. Come sempre.

Anna ti voglio bene ma te l’avevo promesso che saresti stata nella quarta puntata di #HoLettoCose la rubrica libri scanzonata, non richiesta ed emotiva, nata per una sana voglia di parlare di libri.

c747cc8b56680e90230c05ca62595ee1_w240_h_mw_mh_cs_cx_cyTornando in aereo ho finito di leggere “Sette brevi lezioni di fisica” di Carlo Rovelli, nell’elegante livrea Adelphi. Leggendolo mi sono sentito come mio papà che era sempre attratto da tutte le novità tecnologiche, dagli ultimi telefonini alle magie dei pc, e leggeva tutto ciò che trovava sui giornali a riguardo. Però non ci capiva nulla.

Per questo è geniale la premessa di Rovelli, luminare italiano, fisico teorico e membro dell’Institut universitaire de France e dell’Académie internationale de philosophie des sciences.

«Queste lezioni sotto state scritte per chi la scienza moderna non la conosce o la conosce poco».

L’uomo è per natura curioso, alza gli occhi verso le stelle e conquista il mondo. E Rovelli non mette in dubbio

Carlo Rovelli

Carlo Rovelli

che mancando del minimo spirito di auto conservazione, andremo incontro all’estinzione. Andremo su Marte ma siamo meno furbi della tartaruga. Ma proprio per la nostra indole, ci interessa il mondo in cui viviamo e il suo funzionamento, di cui siamo parte integrante, al punto che il nostro libero arbitrio, spiega Rovelli, è permesso proprio dalle leggi di natura che «agiscono nel nostro cervello». Le parole di Einstein guidano come un filo rosso queste sette brevi lezioni, tornando come un eco e rivelando una grande umiltà: se è vero che la conoscenza cresce rivelando cose ignote, essa apre a nuovi dubbi. «Il genio esita», scrive Rovelli

Difatti la fisica non è sempre una storia di successi, tuttavia il traguardo per il desiderio di conoscenza, per anni di esperimenti e vite passate in laboratorio qual è?

«Il premio è la bellezza, e occhi nuovi per vedere il mondo».

Rovelli ci porta per mano in queste sette lezioni di fisica scritte in modo stupendo e anche se non tutto è facile da capire, riesce davvero a trasmettere al lettore stupore allo stato puro. Semplicemente perché tutto ciò di cui scrive, dal campo gravitazionale ai quanti, dalla relatività generale alla gravità quantistica, fa parte della nostra vita quotidiana. Anche se pochi – me compreso – ne hanno coscienza.

«Elettroni, quarks, fotoni e gluoni sono i componenti di tutto ciò che si muove nello spazio intorno a noi».

Ho terminato il liceo convinto di detestare la fisica e ho esultato lasciandomi alle spalle il mondo dei numeri eppure adesso, lo confesso, vorrei saperne di più. In fin dei conti il potere dei bei libri è proprio questo. Ti aprono porte, ti portano per mano, rivelandoti interessi che non sapevi di avere.

Chapeau Monsieur Rovelli. Mille di questi libri.

 

«Ci sono frontiere, dove stiamo imparando, e brucia il nostro desiderio di sapere. Sono nelle profondità più minute del tessuto dello spazio, nelle origini del cosmo, nella natura del tempo, nel fato dei buchi neri, e nel funzionamento del nostro stesso pensiero. Qui, sul bordo di quello che sappiamo, a contatto con l’oceano di quanto non sappiamo, brillano il mistero del mondo, la bellezza del mondo, e ci lasciano senza fiato».

p.s. Leggetelo. E se ne avete voglia, scrivetemi qui: holettocose@outlook.it oppure mi trovate su FaceBook o sul progetto @Stoleggendo

Informazioni su Francesco Musolino

Francesco Musolino, giornalista siciliano, classe '81. Scrive di libri e cultura su diverse testate nazionali. Ha ideato il progetto lettura noprofit @Stoleggendo su Twitter.

Pubblicato il 2015/02/20, in #HoLettoCose con tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: