Il mio Stoleggendo. Alice Di Stefano racconta la sua esperienza da #readerguest


Alice Di Stefano

Alice Di Stefano

Amo molto Facebook; Twitter lo capisco poco. Un giorno però Francesco Musolino passa a trovarmi in casa editrice e, con quello che solo dopo ho capito essere il suo consueto entusiasmo, mi parla di tutto: di libri, di scrittura, festival, fiere, Roma, Messina e… Twitter. E proprio quel giorno, dalla sala riunioni della Fazi, parte il mio primo tweet. Ed è imprinting. Immediato.

Trascinante, vitale, energico, l’ideatore di @Stoleggendo (mi parlò subito del suo progetto, ovviamente) per me, oca selvatica alle prime armi, fu come una madre, del tipo di quelle descritte da Lorenz, sia chiaro. Da lì, e lì, l’invito a fare da #readerguest (parola a me sconosciuta), invito subito rifiutato data l’ignoranza del vocabolo e anche del mezzo. Circa due mesi dopo, due mesi di timidi tentativi su Twitter con l’account @alidiste e la foto del profilo col fritto di pesce, ecco che mi ritrovo annunciata come #readerguest per il 14 giugno e inserita in una lista di persone illustri, tutte tecnologicamente parlando senz’altro più abili e navigate di me. Panico. Paura. E ora che gli dico? Che non posso? Anche se nel frattempo, a dir la verità, mi ero un po’ impratichita con un paio di interviste cinguettanti che mi avevano molto divertita per le insolite modalità di comunicazione allargata a proposito di libri.

E arriva finalmente la sera che precede il grande giorno. Non ho più paura ormai, ho semplicemente rimosso, decidendo di andare a letto presto e pensando a tutt’altro.

La mattina (se così si può dire, visto che era mezzogiorno ma era pure sabato) esordisco d’istinto con una foto e una citazione ben abbinata, in stile cartolina. Ritwittano: evvai! È goal, mi dico. E decido di continuare così, giocando facile. Vado sul sicuro e lancio hashtag del tipo #guideletterarie e #animalineilibri o altri appena più azzardati come #libriirritanti. Ci prendo gusto, rispondo ai più, ritwitto. Ma sento subito una mancanza, la mia natura non è questa, mi dico, e la cosa mi spinge a rilanciare inaugurando una prassi –pare- mai vista: @Stoleggendo di domenica!

L’indomani (la notte c’era stata la prima -e unica- partita vittoriosa dell’Italia ai mondiali) mi sveglio battagliera e, al grido di Patrioti! Almeno in questo periodo tifate per la narrativa italiana! Alice pro domo sua #appello, inauguro la giornata da #readerguest nel giorno di festa.

0f4MzQm-Pur iniziata anche questa sul tardi, prende subito una piega diversa rispetto alla prima, più cauta e giocosa. Già con #incongruenzeneilibri cerco di smuovere qualche acqua. Ma noto la clamorosa assenza dei seguaci più agguerriti di @Stoleggendo in attesa, immagino, di quei tweet tutti cripitati e pieni di nomi preceduti da @ con riferimenti a conversazioni pregresse e ignote ai più (che io non so fare). Poi però compaiono, seppure un po’ pigri, e l’ambiente si vivacizza prendendo subito una piega diversa. L’atmosfera si scalda e, a forza di provocare in cerca di sangue (lo ammetto) da tweet come I librai sono quei fortunati che possono sbirciare in molti più libri di noi, passo a un più diretto e provocatorio Sbottonatevi! fino a scatenare una vera e propria rissa a proposito di scrittori italiani vs scrittori stranieri con tanto di insulti, giudizi tagliati con l’accetta, nomi e cognomi. Alla fine, per placare qualche anima, digito: Basta polemiche! Solo nomi di italiani bravi, cercando di riportare un po’ d’ordine in quel caos che io stessa avevo creato dando persino degli “standard chic” agli amanti di DeLillo e Wallace, due intoccabili e inarrivabili mostri sacri. Insomma, nascosta dall’account di @Stoleggendo, mi sono decisamente lasciata andare…

Missione compiuta o missione fallita? Ai posteri (readerguest) l’ardua sentenza.

Alice Di Stefano, #readerguest del progetto lettura no profit @Stoleggendo, 14(e 15) giugno.

Informazioni su Francesco Musolino

Francesco Musolino (Messina, 5 febbraio 1981). Giornalista, collabora da free-lance con diverse testate nazionali e internazionali – sia cartacee che online. "L'attimo prima" (Rizzoli, 2019) è il suo primo romanzo. A fine 2019 ha pubblicato "Le incredibili curiosità della Sicilia" (Newton Compton Editori). Per la Scuola Holden, durante il festival internazionale TaoBuk 2019, ha curato il corso di scrittura creativa “Il desiderio di scrivere e girare pagina“. Nel 2014 ha ideato e creato il progetto lettura noprofit @Stoleggendo, mediapartner di diversi festival culturali. Dal 2020 fa parte dell'associazione culturale "Piccoli Maestri".

Pubblicato il 2014/07/22, in @Stoleggendo con tag , , , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: